Perdere è una questione di metodo

Archivio per la categoria ‘Storie di ordinaria follia.’

Una lettera.

Voglio postare una lettera che ho letto sulla Repubblica di oggi. La trovo emblematica,divertente e molto molto amara.

L’Associazione nazionale degli osti dopo la battuta del presidente del Senato Franco Marini che, rivolto ai parlamentari di An che stappavano champagne e mangiavano mortadella all’annuncio della caduta di Prodi, li ha apostrofati : “Colleghi, non siamo in un’osteria”, affiggerà in tutte le osterie un cartello :”Vietato sputarsi addosso, chiamarsi cornuti, pezzi di merda, froci e squallide checche : non siamo al Senato, non siamo dell’Udeur. Ingresso vietato allo sputatore Barbato e ai bevitori postfascisti di champagne alla mortadella: qui solo pane, vino e salame. Non siamo al Senato”.            F.to Giorgio Melis

Cloud dei tag

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Perdere è una questione di metodo

bloggin'utile

Perdere è una questione di metodo

DaNein

L'iberté!!! Hégalité!!! Avv'inazzhé!!!

folletta baci baci

Perdere è una questione di metodo

ilpescatorediparole

Perdere è una questione di metodo

Navigando Controvento

Perdere è una questione di metodo

Daily Godot's Weblog

Quando arriva Godot...

I Care

Perdere è una questione di metodo

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

angelinablogblog

Perdere è una questione di metodo

ANTANDBUTTERFLY

Perdere è una questione di metodo

lavinia

Perdere è una questione di metodo

Valeriascrive

Perdere è una questione di metodo

Aboccaaperta

Perdere è una questione di metodo

stellablog

Perdere è una questione di metodo

La pioggia di settembre

Perdere è una questione di metodo

pensierini

Perdere è una questione di metodo

miscredente08

Perdere è una questione di metodo