Perdere è una questione di metodo

Archivio per la categoria ‘Nefandezze.’

Basta

Ora, verrebbe da dire che un capo di governo capace di dichiarare che se dovesse cambiare nome al suo partito lo chiamerebbe” forza gnocca” meriterebbe solo un bel paio di calcioni sui denti…se non fosse che nel frattempo i suoi amici di padania ,per zittire una signora,un’onorevole,esponente​ dell’opposizione,le urlano di andare a farsi scopare….per cui sembra inutile dire qualunque cosa a chicchessia,da queste parti.E pregare Dio,Allah,Buddha o chi vi pare,persino Bersani, di liberarci in qualche modo da questa marmaglia bastarda.
Perchè potrebbe capitare che noi,popolo bue,un bel giorno decidiamo che basta.

Speriamo presto.

Annunci

Le parole per dirlo

E’ difficile dire qualcosa davanti allo scempio che ci circonda…ho dato un’occhiata a qualche post di solo un anno fa,forse meno,e il disgusto,lo sdegno che ci spingeva (me e voi) a scrivere parole pesanti contro questo governo mi fanno quasi tenerezza.
Quello che è successo dopo,quello che sta succedendo…merita parole di fuoco e io temo di non averne a portata di mano,parole sufficientemente grosse e terribili per esprimere i miei sentimenti al riguardo….pensavamo di aver toccato il fondo,e invece no,il fondo era di là da venire,il ridicolo nostro personale è ormai planetario e non è ridicolo,è tragico.
Travolti.
Non trovo un altro aggettivo per descriverci,noi italiani.
Distrutti.
O forse è che le parole non servono più,non bastano più per affrontare la rovina economica,sociale,politica e morale che ci ha ormai schiacciati e ridotti a sudditi desolati di un gruppo di malavitosi irresponsabili e viziosi.

E quel che è peggio è il dubbio che il fondo,quello vero,non l’abbiamo ancora visto.

CAROGNE

Niente contributo dai redditi più alti,niente aumento dell’Iva,niente patrimoniale,niente recupero dei fondi rientrati in italia (minuscolo) con lo scudo fiscale,niente riduzione dei costi della politica…che cosa resta?…solo i ticket sanitari,le detrazioni fiscali azzerate per chi le tasse le paga davvero,il blocco dei contratti,il blocco delle progressioni di carriera,lo scippo del TFR e il vero e proprio ladrocinio dei soldi spesi per riscattare lauree,soldi veri non quelli del monopoli.E’ vero,è stata migliorata, questa manovra,è più equa….dipende solo da quale punto di vista.Brindate pure,B.e compagnia bella,ne avete tutti i motivi. Comunque grazie governo,grazie stato,grazie mille a tutti,opposizione compresa.

NOI NON DIMENTICHIAMO

aa99f31beaf534da5c32dcb588954673_medium1

Senza parole

vergogna311

Divagazioni senza senso

Naturalmente piove, giusto per rendere l’umore ancora più allegro…mentre stiamo appesi alle notizie che arrivano dal Giappone…e anche qua non si smentisce mai, la nostra amata maggioranza….dal sindaco di Roma che si frega le mani al pensiero dell’olimpiade o del mondiale o di quel che cavolo è ,che Tokyo difficilmente potrà ospitare e dunque Roma torna in lizza ( …sai quanti appalti,quanti favori.. )…..mi vengono in mente le telefonate che qualcuno dei nostri indegni rappresentanti o protettore civile scambiava la notte del terremoto all’Aquila, allegramente,  ( è venuto giù tutto, adesso c’è da fare un po’ di soldi)…non ce li vedo i giapponesi a festeggiare lo tsunami, centrale nucleare o no…comunque dicevo..la nostra cara maggioranza si distingue per sprezzo del paese e delle leggi e così al Pirellone, mentre suona l’Inno di Mameli, la Lega  sta alla bouvette a prendere un caffè e a far colazione, compreso il figlio dall’occhio da pesce lesso  del senatur(dodicimila euro al mese o di più?non ricordo)…gliela darei io la bouvette, a questi, non vi dico dove…..l’adorata eroica maggioranza,dicevo, si distingue eccome….mentre il mondo, umilmente, s’interroga sul nucleare, si ferma un attimo a discutere, così, perchè è normale ed umano fermarsi un  attimo a pensarci, no, visto che stiamo lì con l’anima appesa all’altra parte del mondo,il nostro biondo ministro dell’ambiente ci fa sapere, in splendida solitudine,unica al mondo, che ” in Giappone non è successo niente che giustifichi la paura”….insomma…noi tiriamo dritto,ragazzi.Noi, che non siamo capaci di gestire nemmeno la spazzatura, non abbiamo bisogno nemmeno di pensarci un attimo,di valutare….

Va bè, non divaghiamo…lo volete un caffè? E’ l’ora giusta, mi pare…lavazza_tazzina_150_stilllife_a1

P.S.

Tanto per andare a dormire tranquilli apprendo, colpevolmente in ritardo, che il nostro Capo,signore e padrone della nostra vita ( e anche della nostra morte,a quanto pare) ha chiarito entusiasticamente le motivazioni della  cosiddetta riforma giudiziaria che in quattro e quattr’otto, lui e i suoi scherani, hanno messo in piedi, nell’interesse del popolo italiano.

Sottolineo, per chi avesse sorvolato, che Lui, Sua Maestà, travolto dal giubilo ha fatto notare il suo sprezzo del pericolo a tutti noi, poveri imbecilli e popolo ingrato sottolineando, con la sua ormai proverbiale modestia che Lui è coraggioso,temerario, forse anche un po’ eroico e matto.

Se propendo per l’ultima ipotesi, secondo voi, faccio la figura della stronza??

Buonanotte.

Riflessioni

Mentre assistiamo inorriditi al massacro del popolo libico che lotta contro un miserabile dittatore pazzo e sanguinario e chiude il suo delirante discorso con un invito ad andare a divertirsi e a ballare, ci tocca anche sentire lui, il nostro capo, quello che nonostante la crisi ha incassato 118 milioni di dividendi, ironizzare e prenderci per i fondelli ….. “Oggi sono entrato in parlamento e anche la sinistra voleva venire a fare il ‘bunga bunga’, mi hanno accolto al grido ‘bunga bunga’…” dice durante la presentazione della Fondazione Zeffirelli.  Il sottosegretario Gianni Letta cerca anche di ‘stoppare’ il premier, che invece continua il suo intervento: “Sapete cos’è il bunga bunga? Vuol dire ‘andiamo a divertirci, a ballare, a bere qualcosa’. Anche la sinistra è stata convinta a questa mia visione della vita”.

Le immagini sanguinose che riescono ad arrivare fino a qua, per le vie misteriose dell’etere, mi addolorano profondamento e tutto il mio cuore è accanto a chi sta lottando per un futuro migliore ( che rischia di non esserlo affatto,comunque vada) ma intanto mi cresce dentro la malapianta dell’odio verso questo stronzo che non solo ci sta portando alla rovina, ma ci ride anche sopra.
 

Ne ho abbastanza

Dopo aver letto di  GOLPE MORALEINCHIESTE DA GERMANIA COMUNISTA ho deciso che ne ho abbastanza.

Mi ci vorrebbe un altro giro di shopping!!!!

Ma che dobbiamo fare per levarcelo di torno??? Internarlo???

Era solo un film ( nel 2006)

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/AXMezbDSSrM" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

Caro amico ti scrivo….

«Piano bipartisan per la crescita»

La proposta di Berlusconi. Offerta a Bersani: agiamo insieme

Non mi nascondo il problema della particolare aggressività che, per ragioni come sempre esterne alla dialettica sociale e parlamentare, affligge il sistema politico. Ne sono preoccupato come e più del presidente Napolitano. E per questo, dal momento che il segretario del Pd è stato in passato sensibile al tema delle liberalizzazioni e, nonostante qualche sua inappropriata associazione al coro strillato dei moralisti un tanto al chilo, ha la cultura pragmatica di un emiliano, propongo a Bersani di agire insieme in Parlamento, in forme da concordare, per discutere senza pregiudizi ed esclusivismi un grande piano bipartisan per la crescita dell’economia italiana; un piano del governo il cui fulcro è la riforma costituzionale dell’articolo 41, annunciata da mesi dal ministro Tremonti, e misure drastiche di allocazione sul mercato del patrimonio pubblico e di vasta defiscalizzazione a vantaggio delle imprese e dei giovani.

Il nostro Signore e Padrone deve fare delle proposte politiche serie e importanti all’opposizione e cosa fa? La convoca a Palazzo Chigi? Nooooo,che modi sono questi!! Probabilmente è stato un po’ lì a pensarci chiedendosi…telefono?magari li becco sulla 7 o a Ballarò chissà!  li invito nel salotto buono di Vespa? li invito una sera a cena, invece delle solite squinziette o magari ne faccio venire solo due o tre per alleggerire l’atmosfera???? mumble mumble…., alla fine  ha messo mano alla penna e ha scritto una letterina, ma non l’ha inviata ai destinatari o al destinatario, no, ecchecavolo, l’ha mandata al Corriere della Sera.

Che dire? Paroline? Parolone? Parolacce?

E il contenuto della lettera, poi…le proposte indecenti che contiene….

No ,non riesco a dire nulla, a questo punto ammutolisco….mi limito a citare Giannini che sulla Repubblica di oggi ha chiosato un bell’articolo scrivendo:

“Il suo modello non è Milton Friedman. È Cetto La Qualunque.”

Condivido.

Riflessioni di passaggio

Oggi, la vista, anche da lontano, dei giornali mi da’ letteralmente il voltastomaco…continuo a ripetermi che non è possibile, che è una cosa mai vista, che non se ne può più…ma la realtà è sempre lì, davanti ai miei occhi.

Scenderanno in piazza contro la magistratura, capito???

Questo significa delegittimare l’ esercizio della giustizia, definitivamente.

Comunque, basta, quello che sta succedendo non è più questione di schieramenti politici, è questione di puro semplice buonsenso, di democrazia, di libertà, quella vera, non quella dei bunga bunga..

Chiaramente, è evidente che non ne usciremo più,  e , lo ripeto perchè ne sono convinta, quando finirà, non finirà bene.

Per nessuno.

Grazie,Gad Lerner

Vivo davvero su un altro pianeta se una trasmissione seria e intelligente come quella di Gad Lerner può essere definita un ” postribolo televisivo”……

Voi che ne pensate?

Ma la domanda vera è un’altra.

Come è possibile che nessuno dico nessuno ( e non parlo degli oppositori, parlo dei suoi scherani-dipendenti-leccaculo o amici, ammesso che ne abbia non a pagamento) gli dia un piccolo, amichevole consiglio?

Com’è possibile  che nessuno (vedi sopra) gli dica che ormai, queste sortite deliranti oltre che arroganti e offensive verso tutti e tutto, compreso il senso comune, fanno solo orrore a tutti, lasciano l ‘immagine impietosa di un piccolo dittatorello , di un vecchio incarognito e prepotente, di un bambino ricco e viziato?

Com’è possibile che un ‘ Istituzione, una carica dello Stato di tale importanza possa essere così deturpata, infangata, mortificata gratuitamente?ogni giorno, ogni notte, a tutte le ore di tutti i giorni di tutti i mesi di tutti gli anni ormai che Dio manda in terra?

Com’è possibile che nessuno ( continua a vedere sopra) si decida a dirgli di curarsi davvero, prima che sia troppo tardi????

Vi risparmio cosiderazioni su cosa implica questo atteggiamento, su cosa vuol dire arrogarsi diritti d’offesa a chiunque lo contraddica, su quali considerazione può avere una persona così rispetto alle donne ecc..ecc…mi sembrano parole sprecate,ormai.

Chi vuol vedere, ha visto. Chi vuol sapere, sa.

Gli asini non volano e la forza di gravità esiste e la Terra non è quadrata, perciò inutile sprecare fiato.

Però voglio dire grazie a Gad Lerner che  con quel suo  ” ora basta, lei è un cafone “, ha detto  finalmente quello che noi tutti pensiamo, al di là dei torti e delle ragioni, al di là degli schieramenti, delle menzogne e delle verità…..per semplice, elementare questione di civiltà, di educazione, di convivenza sociale.

(noi  tutti che viviamo su Marte,ovviamente)

Non voglio pensare

Persino a me, linguacciuta, mancano le parole dopo aver letto qualche stralcio (Repubblica) del fascicolo dei pm a proposito dei festini a base di bunga bunga che si svolgevano a casa del capo.

Non voglio pensare che stiamo parlando di un capo di governo.

Non voglio immaginare a quali e quanti ricatti comporti un modo di vivere così  malato, soprattutto non voglio pensare  al prezzo di questa malattia, che mi sembra  spesso sia stato pagato con nomine di governo e simili.

Non voglio pensare alla sicumera e alla volgarità di chi gli sta intorno e continua a negare e giustificare e farnetica di privacy ( tranne quando ci comunica che ha ” un rapporto stabile”).

Non voglio pensare che queste stesse persone e lui per primo, si arrogano il diritto di dirci come dobbiamo vivere ( famiglia,  eterosessualità, matrimonio) e persino come dobbiamo morire.

Non voglio pensare che stiamo vivendo un momento drammatico per l’economia, che i nostri giovani non hanno lavoro, che quelli che ce l’hanno sono precari, che non avranno mai una pensione o un tetto sulla testa, che tutto sta andando a rotoli e dobbiamo passare il tempo a preoccuparci delle follie di questo qui.

Non voglio pensare che il governo non governa niente da anni e anni, troppo occupato a fare gli affari del capo e a parargli il culo ( l’ho detto altre volte, non sono una signora…e poi di questi tempi, che sarà mai).

Non voglio pensare che mentre la Fiat minacciava di andar via da Mirafiori, non una sola parola è stata detta da questo governo, non una presa di responsabilità, non un tentivo di discutere…semmai un ” bravo, Marchionne, fai bene”. Certo, altri pensieri, altri problemi, chissenefrega della Fiat.

Non voglio pensare alla figura di supercacca che stiamo facendo nel mondo, persino peggiore di quelle degli ultimi quindici anni.

E, infine, ci sarebbero un altro migliaio di cose a cui non voglio pensare  ma non ho nè il tempo nè la voglia  nè la capacità di  scriverle…..

Rimangono solo profonda infinita tristezza, avvilimento, sconforto.

Per noi, che non siamo davvero così, anche se non sembra, per lui, che riesce persino a farmi incredibilmente pena.

Buon giorno

Anche se non sembra davvero un buon giorno…ma fermarsi troppo a riflettere potrebbe essere letale…allora, mentre altri si friggono il cervello in modi che non hanno scelto e che subiscono allegramente, noi intrippiamoci con un semplice caffè, tanto non cancellerà la tristezza che si accompagna al grigiore di questa fredda giornata di gennaio duemilaeundici che,  quando sarà arrivata a sera, avrà cancellato cinquant’anni di civiltà e di conquiste sociali. Per sempre.

2839504215_51db54789213

Smisurata preghiera

Ancora arrabbiata, ancora furibonda per quel che succede, per la follia di questi giorni che sembra sempre  al massimo e invece continua ad aumentare….il treno è fuori controllo e sta deragliando…pensavo così qualche tempo fa ma adesoo…sta deragliando davvero e sarà un disastro…cerco di pensare solo ai fatti miei…ma poi non ci riesco, poi la nausea mi sommerge e m’infurio per questo senso di impotenza,per questo “non possiamo farci niente” che è diventato un ritornello odioso che ci accompagna ogni giorno, tutti i giorni, davanti alle nefandezze, alle ingiustizie, alla rovina di questo Paese.

E allora,lascio perdere, tanto anche le mie parole e le mie rabbie e le mie sfuriate sono un ritornello altrettanto inutile e noioso e anche ridicolo, alla fine.

Il penZierino della sera dedicato a De Andrè, solo oggi ho ricordato il suo anniversario, ma già da ieri mi ronzava in testa, la sua voce, misteri dell’inconscio.

Buonanotte..e…..ciao Fabrizio, anche la tua voce ci manca, qui ci manca tutto, ormai,  a cominciare dal ben dell’intelletto.

 [kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/N2LADZEDjcw" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

Finalmente

Finalmente ho il pc a posto, una connessione wireless e tutto il necessario per tornare qui al bar in pompa magna, in tempo per penZierini della sera,mugugni e incazzature varie….che bello!!!! con calma potrò fare il giro dei vostri blog, aggiornarmi un po’ su di voi…uffi, mi siete mancati un sacco!!!!

Leggo del rammarico di un barbaro consigliere leghista di cui ignoro ( e spero di continuare a ignorare) il nome per i danni NON permanenti riportati da Nichi Vendola dopo la sua  (chiamiamola così) disavventura.

 In un normale paese civile una dichiarazione del genere avrebbe sollevato reazioni piuttosto pesanti.

Qui,nel beato paese dei campanelli, nessuno batte ciglio, o appena appena scuote il capo,tantova bene tutto, no?

dopo abbuffate  di porcherie di tutti i generi, dalle leggi per tenere il capo fuori di galera alle finte molotov di Bolzaneto, passando per le varie Carfagne diventate ministre per meriti che taccio solo per pietà di noi stessi e i Bondi che ci abbandonano per amore…beh, cosa volete che siano dichiarazioni del genere???

non ci si indigna più, è fuori moda.

Ma anch’io sono fuori moda e vorrei tanto guardare bene in faccia quella specie di truzzo cafone  tamarro ecc.ecc…giusto per dirgli che i DANNI PERMANENTI lui ce li ha già, in quel cervellino bacato grande più o meno come un coriandolo che probabilmente svolazza  nella sua scatola cranica, solo soletto.

Ma sono qui,ben lontana dalle alte sfere del potere, e posso  solo imbufalirmi, come al solito, quasi in silenzio.

Avevo già scritto,tempo fa, che avrei voluto disitanializzarmi…..non serve che lo riscriva…però da allora il fondo è diventato molto molto molto più fondo e il fango ricopre tutto come una coperta di piombo….tra un po’ servirà la maschera antigas per respirare.

E non posso fare a meno di chiedermi, per l’ennesima volta, quanto siamo disposti ancora a sopportare?

 fino a che punto?

 quando scatterà quella molla, quando scoccherà quella scintilla, quando la smetteremo di sentirci impotenti e scenderemo in piazza, tutti quanti, senza bisogno di bandiere e di slogan, armati solo della nostra rabbia e della nostra vergogna e insofferenza e  li cacceremo via , definitivamente, irrevocabilmente,   fino a  dimenticarci che sono esistiti?

Ok, era solo un sogno di mezzo inverno. 

Lasciamo perdere.

Ancora lui…

Non mi sorprende, lo sai….

squalo31

Mai un mio passo indietro

…e non c’era bisogno di chiarirlo, Sire, nostro Signore e Padrone.

  Lo sapevamo già.

< Mai un mio  passo indietro>, perchè troppo ne soffrirebbe questo paese che Tu, nella Tua estrema bontà stai governando con immmenso sacrificio e che , insieme alla Tua corte di nobiluomini disinteressati, stai velocemente portando alla gloria e all’onore del mondo.

I SUDDITI, COMMOSSI,  RINGRAZIANO.

Bisogna proprio ammetterlo

….QUESTO PAESE STA ANDANDO LETTERALMENTE A PUTTANE!!!!!!

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Perdere è una questione di metodo

bloggin'utile

Perdere è una questione di metodo

DaNein

L'iberté!!! Hégalité!!! Avv'inazzhé!!!

folletta baci baci

Perdere è una questione di metodo

ilpescatorediparole

Perdere è una questione di metodo

Navigando Controvento

Perdere è una questione di metodo

Daily Godot's Weblog

Quando arriva Godot...

I Care

Perdere è una questione di metodo

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

angelinablogblog

Perdere è una questione di metodo

ANTANDBUTTERFLY

Perdere è una questione di metodo

lavinia

Perdere è una questione di metodo

Valeriascrive

Perdere è una questione di metodo

Aboccaaperta

Perdere è una questione di metodo

stellablog

Perdere è una questione di metodo

La pioggia di settembre

Perdere è una questione di metodo

pensierini

Perdere è una questione di metodo

miscredente08

Perdere è una questione di metodo