Perdere è una questione di metodo

Di quel sabato qualunque

Che poi, tanto qualunque non lo è stato,in fondo.

La cosa peggiore è che ho continuato a chiedermi per tutto il tempo che cosa ci avevo trovato, in S., da perderci la testa. Più di sedici anni insieme…una vita, un matrimonio quasi.E sabato l’ho trovato invece insopportabilmente noioso, arrogante,presuntuoso…come sempre, del resto.

Ma anche gentile, galante, tenero . Ancora innamorato, se il suo è un modo d’amare . Ancora a pregarmi di ripensarci.

E mi sono chiesta se la colpa è stata proprio tutta sua, se mollarlo senza voltarmi indietro non è stata pura crudeltà, se alla fine io non sono una di quelle donne dal cuore duro che fanno soffrire gli altri senza battere ciglio.

Poi ho ripercorso tutta la nostra storia.

 Ho riletto i pochi post che avevo scritto al tramonto.

Ho ricordato tutto, ma proprio tutto, quello che abbiamo vissuto insieme.

E ho deciso che no.

Non sono una donna dal cuore duro.

Non sono una persona crudele e ingrata.

Non mi piace fare soffrire gli altri.

Semplicemente , ho un grande istinto di sopravvivenza.

P.S.

Si può essere amici anche se prima c’è stato un altro tipo di rapporto.Finito l’amore, che è anche egoismo, rimane l’affetto, la tenerezza, la complicità di tanti anni, la consapevolezza di quel lungo tratto di strada, di vita, attraversato insieme.Intensamente.

Ma ci vuole una grande capacità di affetto.

E molta umiltà.

E bisogna essere in due ad avercele, queste cose.

150025_168959989804368_157924727574561_397159_7397125_n1

Annunci

Commenti su: "Di quel sabato qualunque" (29)

  1. Uei Raper, ma ancora stai a pensarci a sto cavolo di sabato? Non so se quello che dici è giusto ma io non ci riesco proprio ad avere un rapporto di amicizia.
    Bè, ho fatto un pò di casini lo so, ho anche un pò di sonno, scusami ero passata solo per darti la buona notte, e tantissimi
    Bacu bacu a domani per il caffè

  2. @folletta, ma no che non ci penso…volevo solo raccontarvi com’è andata, tutto qui
    bacu bacu e…tranquilla….

  3. e poi @folletta…io medito!!!!rifletto!!!che ci posso fare???
    e la foto che ho scelto per questo post dice molto più di quel che ho detto io, se la guardi bene!!!
    Buonanotte e solo un bacu, per dispetto!

  4. Ma si che l’ho vista la foto, sei tu che ti soffi via la neve dalle mani prima che ti vengono i geloni hihihihihi 😀
    E io per dispetto tre bacu, passo e chiudo con scrocchio e ti rimbocco pure le coperte 😉

  5. angelina66 ha detto:

    A naso in effetti nelle vesti di Crudelia io non ti ci vedo…
    ‘notte

  6. Cerco di entrare in punta di piedi, non conosco e sono cose molto sensibili, però sono affascinato dalla rivendicazione di un momento della tua vita, nel bene e nel male, parte del tuo vissuto non nascosco sotto il tappeto ma rivissuto con orgolglio e consapevolezza; non è comune!

  7. troppo bello questo post ^_^
    secondo me non hai sbagliato hai solo capito che la vita è tua e ti appartiene

  8. le cose si fanno SEMPRE in due…….
    😉

  9. Anch’io non riesco a liberarmi del mio passato soprattutto del ricordo di qualcuno che per iniziali aveva due Kappa. Bello davvero questo post e bella soprattutto la volontà di tirare avanti. Cosa che io, per quasi un decennio, non ho avuto.

    • @eternauta, la storia di cui parlo si è chiusa ormai due anni fa o quasi…ma non si cancella un pezzo così lungo della propria vita.
      Fortunatamente, non ho rimpianti.

  10. Credo che sia sempre difficile lasciarsi dopo cosi’ tanto tempo ed e’normale che ti vengono i ripensamenti. Sei convinta della decisione che hai preso e questo e’ l’importante. Spero che anche lui abbia la stessa umilta’ e capacita’ d’affetto che hai tu.
    🙂

    • bentornato qui @garfield….no lui non ce l’ha , l’umiltà non fa parte del suo corredo.
      Uno dei tanti motivi per cui anche gli amori più resistenti, com’era il mio, prima o poi ,implodono.

  11. Lo spazio per una riflessione è sempre cosa positiva. Il ricordo di ciò che è stato passa davanti agli occhi e nel cuore e può suggestionare. Ma il percorso, le scelte fatte, sono atti compiuti, generati da situazioni spesso dolorose. Questi atti non sono gratuiti e farli, per riuscire ad essere onesti con se stessi e con gli altri, richiede un dazio da pagare. La riflessione induce a chiedersi se ciò che fu fatto possa essere stato atto di durezza. La risposta è nella stessa domanda. Se tu avessi avuto il cuore duro non avresti avuto dubbio e non ti saresti posta la domanda. La sofferenza genera sofferenza e spesso è necessario che uno dei due si faccia carico di porre fine ad un rapporto che vive del riflesso di ciò che fu ma che non è più, né mai sarà. La strada fatta, l’affrontare la vita così dura a volte e disperante, ti cambia e cambia anche la tua percezione di quel rapporto. Può risultare allora dolce indugiare in teneri ricordi e sarebbe bello poter condividere quelli che sono appunto ricordi con chi li visse insieme a te. Ma ciò, come giustamente tu rilevi, richiede profonda onestà ed umiltà e come dice il poeta (Esenin) “…non a tutti è dato rotolare come una mela verso i piedi altrui”
    Il tuo logorroico “amico”
    Luigi

  12. @gufo-Luigi grazie di queste tue parole.
    Sei stato molto bravo ad analizzare il mio post e a coglierne l’essenza.
    Hai detto quello che io, maldestramente, ho accennato soltanto e sentire che hai capito fino in fondo quello che sento mi da’ serenità e..gratitudine per un amico “logorroico” ( che non è vero per nulla).
    Ciao e buona serata.

  13. Bella, realistica, sensibile la riflessione di Ser @Gufoazzurro, sempre attento agli stati d’ animo altrui, mai logorroico poichè ogni sua parola non è fine a se stessa, ma scava dentro di lui e dentro gli altri .
    Cosa dire, Lady @Rape, quali ulteriori parole potrebbero ridarti un sorriso meno mesto, e confermarti la tua giusta volontà a voltare l’ ultima pagina di un Libro pur dolce, ma già letto ormai …
    Il rimpianto, il vano rimpianto che logora, ed uccide talvolta, la gioia di vivere, non t’ appartiene, non è nelle tue corde, poichè percepisco che la tua scelta fu ragionata e presa senza indugi . Ma il ricordo, quel pezzo della nostra vita che non tornerà più ad allietarci o a farci soffrire, quel frammento di una pellicola in technicolor che girammo, da attori talvolta inconsapevoli, sulla scena multiforme della vita, non muore mai !
    Lui, il ricordo, dorme per mesi che sembrano anni, per anni che sembrano un’ eternità e poi, sul suono di una musica mai più da allora ascoltata, su un sapore non più assaggiato, su un viso o una voce che ci rammentino altro, improvviso e inaspettato da noi torna a fiorire ed a rilluminare il passato, non riuscendo il nostro cuore, mai, a dimenticare quel luogo incantato che è sempre il nostro struggente ed accorato vissuto !

  14. :-)))
    beata consapevolezza..!
    giorni faticosi, tanta stanchezza..
    buonanotte!

  15. @stella. grazie del penZierino!!!

  16. @ser Bruno, non offenderti, ma tanto ha capito Gufo quanto poco hai capito tu.
    Ma quale mestizia???
    Il ricordo c’è ed è anche piacevole, ma nessun rimpianto se non quello del tempo che passa e vola via.

  17. Ed infatti,Lady @Rape, ho detto che non hai nessun rimpianto, che questo non t’ appartiene ! Ma dalle parole, traspare, che Tu lo abbia voluto o nò, una malinconia, che a mio parere è indotta dal ricordo di un pezzo della tua vita !
    La mia, non era una analisi psicologica ( e come potrei ? Peraltro non ci conosciamo ‘de visu’ ne conosciamo nulla della nostra reciproca vita ! ), ma un modo di condividere una tristezza che sentivo anch’ io …
    Un abbraccio !

  18. la sto sentendo per la prima volta e.. fa proprio pendant…
    dunque.. diventa d’ufficio penZierino della buonanotte di stasera 😉

  19. Una canzone strana, Lady 1,2,3,stella … non la conoscevo, ma sabato rientrando in macchina a casa, l’ ho ascoltata ad una radio locale con cui ero sintonizzato … Quando si guida, la musica fa da sottofondo e, talvolta, l’ attenzione che dobbiamo spendere nel guidare, non ci consente di ascoltare bene le parole di chi canti . Così capitò a me dapprima, ma subito quella frase “sono un vuoto a perdere … ” destò il mio attento interesse, ma la canzone stava ormai per terminare … riuscii solo a capire che la Cantante era assai brava e che nella composizione della canzone c’ entrava anche Vasco Rossi !
    Sì, effettivamente fà da ‘pendant’, ma ha ragione Lady @Raperonzola … a volte, succede !
    Come a me, che proiettavo la mia malinconia !

  20. @stella davvero il penZierino della buonanotte di stasera è proprio perfetto!!!!

  21. su, ser @Bruno, bando alle malinconie!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Perdere è una questione di metodo

bloggin'utile

Perdere è una questione di metodo

DaNein

L'iberté!!! Hégalité!!! Avv'inazzhé!!!

folletta baci baci

Perdere è una questione di metodo

ilpescatorediparole

Perdere è una questione di metodo

Navigando Controvento

Perdere è una questione di metodo

Daily Godot's Weblog

Quando arriva Godot...

I Care

Perdere è una questione di metodo

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

angelinablogblog

Perdere è una questione di metodo

ANTANDBUTTERFLY

Perdere è una questione di metodo

lavinia

Perdere è una questione di metodo

Valeriascrive

Perdere è una questione di metodo

Aboccaaperta

Perdere è una questione di metodo

stellablog

Perdere è una questione di metodo

La pioggia di settembre

Perdere è una questione di metodo

pensierini

Perdere è una questione di metodo

miscredente08

Perdere è una questione di metodo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: