Perdere è una questione di metodo

Non voglio pensare

Persino a me, linguacciuta, mancano le parole dopo aver letto qualche stralcio (Repubblica) del fascicolo dei pm a proposito dei festini a base di bunga bunga che si svolgevano a casa del capo.

Non voglio pensare che stiamo parlando di un capo di governo.

Non voglio immaginare a quali e quanti ricatti comporti un modo di vivere così  malato, soprattutto non voglio pensare  al prezzo di questa malattia, che mi sembra  spesso sia stato pagato con nomine di governo e simili.

Non voglio pensare alla sicumera e alla volgarità di chi gli sta intorno e continua a negare e giustificare e farnetica di privacy ( tranne quando ci comunica che ha ” un rapporto stabile”).

Non voglio pensare che queste stesse persone e lui per primo, si arrogano il diritto di dirci come dobbiamo vivere ( famiglia,  eterosessualità, matrimonio) e persino come dobbiamo morire.

Non voglio pensare che stiamo vivendo un momento drammatico per l’economia, che i nostri giovani non hanno lavoro, che quelli che ce l’hanno sono precari, che non avranno mai una pensione o un tetto sulla testa, che tutto sta andando a rotoli e dobbiamo passare il tempo a preoccuparci delle follie di questo qui.

Non voglio pensare che il governo non governa niente da anni e anni, troppo occupato a fare gli affari del capo e a parargli il culo ( l’ho detto altre volte, non sono una signora…e poi di questi tempi, che sarà mai).

Non voglio pensare che mentre la Fiat minacciava di andar via da Mirafiori, non una sola parola è stata detta da questo governo, non una presa di responsabilità, non un tentivo di discutere…semmai un ” bravo, Marchionne, fai bene”. Certo, altri pensieri, altri problemi, chissenefrega della Fiat.

Non voglio pensare alla figura di supercacca che stiamo facendo nel mondo, persino peggiore di quelle degli ultimi quindici anni.

E, infine, ci sarebbero un altro migliaio di cose a cui non voglio pensare  ma non ho nè il tempo nè la voglia  nè la capacità di  scriverle…..

Rimangono solo profonda infinita tristezza, avvilimento, sconforto.

Per noi, che non siamo davvero così, anche se non sembra, per lui, che riesce persino a farmi incredibilmente pena.

Annunci

Commenti su: "Non voglio pensare" (20)

  1. Meglio che non mi ci fai pensare perchè: 1) Mi metto a piangere e innondo il pc… oppure 2) In un moto d’ira stracagno il pc sulla testa del capo!

  2. …..piano piano gli stanno facendo il vuoto intorno….

  3. @godot…anche questo l’ho già scritto su questo blog, ma lo riscrivo…ogni volta sembra di toccare il fondo ma poi c’è sempre un fondo più fondo del fondo.

  4. @giovanni…non so…mi sembra di vivere in un Paese di pazzi furiosi, malati, fuori di testa…scegli tu.

  5. grazie Rape! Ne ho bisogno, sto passando un periodo abbastanza brutto.

  6. elena ha detto:

    no, pena proprio non me ne fa, neanche un po’…

  7. Neanche a me, niente pena, solo schifo. Persino i curiali arcisupervescovi se ne stanno accorgendo!

  8. Non mi fa pena e francamente non me ne importerebbe un fico secco di tutti gli intrallazzi suoi e dei suoi tirapiedi se non fosse che sono terribilmente ink..ta 👿 👿 di essere rappresentata nel mondo da una setta di papponi e prostitute che stanno al governo e che si stanno mangiando l’Italia e che poi noi ne facciamo le spese e che poi tutto il mondo pensa che noi siamo come loro ed in più che siamo Italioti 😐 Non sono moralista e nemmeno perbenista, lo sanno tutti, però che diamine a tutto c’è un limite.
    E con questo “sfogo” che ti prego perdonare (ma la “colpa” è tua che mi hai dato il via) ti lascio il mio bacu bacu personale e la buona serata.
    Ciao dolciotta, Folletta

    • @Folletta, la mia pena era solo un modo di dire, in realtà lo prenderei volentieri a calci, perchè davvero ha passato il segno…e la vergogna è tutta nostra!!! e poi sai bene come la penso, considerato che l’insulto un giorno sì e l’altro pure!!!

  9. Stell...inna ha detto:

    mmmm
    pure io non vorrei pensare.
    Invece penso, e mi fa malissimo, perché son sempre più incazzata.
    Ma parecchio parecchio eh?!

  10. E’ praticamente un fondo “periodico” Non nel senso di giornale… anche se… beh… anche quelli spesso toccano il fondo! EH?! 😯

  11. Pciù lo sapevo che era tanto per dire, ma io come al solito ho preso la palla al balzo e mi sono scaraventata sull’osso come il cucciolo rabbioso affamato. Domani ci prendiamo il caffè insieme, tu prepara la moka io porto la crostata di marmellata di mirtilli e la panna fresca. E non voglio storie, non si ingrassa mica tanto il caffè lo prendo senza zucchero.
    Bacu bacu scappo a casa, a domani 😆

  12. mmm…@folletta il caffè e la crostata con la marmellata di mirtilli….gnam gnam…devo ancora cenare….
    Bacu bacu…e mi raccomando la panna fresca.

  13. non voglio pensare a tutto questo, eppure ci penso per pensare (sperare) che un giorno non lontano non dovremo più pensarlo…

  14. anch’io @’povna inconsciamente continuo a sperare che prima o poi tutto questo diventi un sogno, anzi, un lontano incubo…ma quando apro il giornale e leggo che lui “si sta divertendo”….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Perdere è una questione di metodo

bloggin'utile

Perdere è una questione di metodo

DaNein

L'iberté!!! Hégalité!!! Avv'inazzhé!!!

folletta baci baci

Perdere è una questione di metodo

ilpescatorediparole

Perdere è una questione di metodo

Navigando Controvento

Perdere è una questione di metodo

Daily Godot's Weblog

Quando arriva Godot...

I Care

Perdere è una questione di metodo

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

angelinablogblog

Perdere è una questione di metodo

ANTANDBUTTERFLY

Perdere è una questione di metodo

lavinia

Perdere è una questione di metodo

Valeriascrive

Perdere è una questione di metodo

Aboccaaperta

Perdere è una questione di metodo

stellablog

Perdere è una questione di metodo

La pioggia di settembre

Perdere è una questione di metodo

pensierini

Perdere è una questione di metodo

miscredente08

Perdere è una questione di metodo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: