Perdere è una questione di metodo

Archivio per settembre, 2009

Blog in stand-by.

3557575104_9ac186b29b1Inutile nascondermelo, è un momento un po’ così. Non leggo, non scrivo…sono in crisi, sono stanca, sono triste e anche depressa.

La sera mi addormento sul divano , al mattino mi sveglio con la voglia di vivere e a volte una giornata di sole riesce a farmi sorridere.

Ma ,da qualche parte ,mi sono persa.

Perciò chiudo momentaneamente questo blog.

Spero di ritrovarvi tutti.

P.S. Chiedo scusa al legittimo proprietario di questa bellissima foto.

Annunci

AHHHHHHHH!!!!!!

”  Presidente, Unomattina è casa sua.”

No, cicciobello o comediavolotichiami, giornalista dei miei stivali!!!!!

Unomattina  (?) è casa nostra,casa di quegli stupidi farabutti che pagano il canone.

Non lasciamolo solo!!!!!

Ho dato solo un’occhiata all’hp di Repubblica, il noto giornale comunista, giusto il tempo di leggere che il Sire, a non so quale trasmissione mattutina, ha rilasciato una delle sue consuete, brillanti, imperdibili interviste, concludendo con l’invito ai conduttori del programma a invitarlo più spesso  con questa  tenerissima frase : ” Chiamatemi più spesso, mi sento meno solo.”   

 Davvero toccante.

Che faccio ora, mi sfracello sulla tastiera o torno a lavorare????

Buongiorno!!!!

Oggi sono arrivata prestissimo in ufficio, fuori c’è ancora un sole settembrino splendido e io comincio a recuperare un po’ la voglia di sorridere.

Intanto che bevo il mio solito caffè vi posto un buongiorno allegro e…pazienza, prendiamo quel che viene, la vita può sempre sorprenderci anche con qualcosa di bello , no45863g11?????

L’ultima domenica al mare.

la-spiaggia1Una giornata calda e dolce, velata di malinconia.

Come fare a dimagrire.

La signora Onorevole Ministra, letti gli articoli di Repubblica che riportavano frasi della Guzzanti dette al No Cav. Day, ha perso peso ed accusato forti emicranie.

Consiglio a tutte le donne cicciottelle che non riescono a dimagrire per nessun verso di comprare un bel pacco di copie di Repubblica e di leggerle una a colazione, una a pranzo e una a cena.  Cone snack sono consentiti dieci minuti al giorno, a scelta, di Ballarò, Report o Annozero.

Questa, ragazzi, è la scoperta del nuovo millennio.

Domani.

E domani è arrivato, ed è un altro giorno, come dice Stella.

Bevo il mio caffè guardando fuori  il sole di settembre che rende tutto luminoso e nitido, come appena lavato.

Posso lasciarmi tentare dalla tristezza, a volte, o permettere a qualcuno che proprio non vorrebbe andarsene dalla mia vita di offendermi e ferirmi perchè davvero non c’è abituato a sentirsi dire no e no e poi no…ma poi dentro il cuore mi nasce questo sorriso verso la vita che mi appartiene da sempre, e perciò, buona giornata a voi e a me, amici, e buon caffè.

donna_col_cappello_rosso1

Vorrei.

Vorrei scrivere qualcosa di decente, stasera.

Ma è che sono irrimediabilmente triste e non so neanche da dove incominciare.

Perciò, vi posto un po’ di musica. 

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/ILqUaUCv16k" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

E un altro giorno è andato.

Starete guardando Ballarò, col viso triste e onesto di Fassino che agli italiani non piace…..io invece mi sono divertita con Coliandro, l’ultima di tre, pare, perchè , alla fine, non se lo fila nessuno. Non è abbastanza serioso e impegnato e come ispettore, diciamo la verità, è un po’ una frana. Non da’ una bella immagine delle forze dell’ordine,dicono….mah, quanto a bellezza mi piacerebbe dire la mia.

Ma ho fatto bene a farmi due risate, stasera, perchè ne avevo davvero bisogno.

Inutile nasconderlo, cari miei, non sono molto in forma.

Le piccole cose di tutti i giorni a volte non mi bastano, anzi, qualche volta mi danno ai nervi, quello che succede intorno a tutti noi è ormai davvero al di là del bene e del male, viaggia a velocità supersonica verso galassie sconosciute, quel che accade nel mio lavoro,la scuola, per intenderci, farebbe venire l’avvilimento al più incallito e annoiato essere umano, e quello che incasina la mia vita, in questo periodo resta un mistero inestricabile anche per me che ci sto in mezzo. Niente di tragico, intendiamoci, ma un po’ di maretta, più dentro che fuori di me, in realtà…Neanche un aperitivo del martedì, così fuori luogo e inusuale, è riuscito a darmi una svegliata.

Piccole noie quotidiane, con in mezzo sempre quel lui di un tempo che proprio non vuole levarsi di torno e a cui non vuoi proprio dire un vaffa deciso perchè ti dispiace dirgli sul muso che tantoper te ormai  è  solo uno stronzo qualunque , perchè sei di quelle tipe che non butta via i ricordi, almeno quelli belli, gente nuova che gira intorno e però non riesce a raggiungerti neanche per finta, perchè tu,raperonzola, chissà dove sei, chissà cosa vuoi…confusione mentale avviata, insomma….

E in più questo settembre pazzo, a giorni freddo e piovoso e triste, a volte azzurro e caldo e bellissimo.

Boh.

E la voce allegra della piccola che ti racconta del suo lavoro, dei suoi lavori vari, anzi, e dei mille curriculum che spedisce per il mondo e delle frittelle di gamberi e zucchine che ha fatto l’altra sera….

La vita va e tu di colpo ti fermi a pensare che forse te la stai lasciando sfuggire tra le dita, e non ti viene nemmeno la voglia di correrle dietro, magari di afferrarla per la giacchetta e dirle ehi aspettami, ci sono anch’io.

Passerà.Tutto passa, prima o poi. Dicono.

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/SFlX4toZHWQ" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

Notizie da questo pianeta strano.

scuola1

Silenzio.

E’ passato il minuto di silenzio (in una scuola te ne accorgi davvero)…ma sono passati anche loro e mille e mille  altri, militari e civili, morti irrimediabilmente, senza un perchè degno di questo nome.

Il solito lunedì.

aquazzone1In questa vita fatta di lunedì*, pallidi raggi di sole tra le nuvole.

Un saluto , un caffè e un arrileggerci stasera, con calma.

* Di questi tempi, non è che i sabati e le domeniche siano migliori….

Sabato di pioggia.

E così la tristezza aumenta, diventa malinconia.

Comunque, buona giornata,almeno a voi!!!

                                                                     malinconia1

Giorni così.

chiuso_per_tristezza1

Senza titolo.

Quando accadono le cose terribili di oggi, quando tocca a noi contare i morti, ecco forse solo allora ci ricordiamo di quale cosa orribile e insensata sia la guerra. E che non esistono guerre giuste o sbagliate o necessarie. Solo guerre sanguinose, con morte e distruzione.Mi rendo conto della banalità di quello che scrivo ma non importa quante volte le abbiamo dette, scritte, lette e proclamate, queste ovvietà…non abbiamo comunque trovato modo di smettere, non abbiamo trovato rimedio alla nostra follia.

Forse non l’abbiamo mai nemmeno cercato davvero.

Gradite un caffè scorretto????

Nella mia pausa sempre più striminzita ne approfitto per bere un caffè molto molto scorretto perchè accompagnato dalla lettura veloce di un giornale che non è Chi e nemmeno Libero.

Posso offrire????caffe1

Vita da farabutta.

E mentre i farabutti insorgono, io, farabutta con la F maiuscola me ne sto qui, a televisione spenta, ad ascoltare un po’ di musica ( Uno, m’hai dato una bella idea), guardando con tenerezza la montagnola di libri comprati online e oggi giunti a destinazione, una candela profumata accesa, come sempre, nella stagione delle finestre chiuse, mentre un temporale da fine del mondo, là fuori, scarica l’ ira del cielo ( e della terra) su noi, poverelli, appena sopravvissuti a una lunga estate torrida e già infreddoliti e immagonati da un’autunno improvviso, perplessi davanti all’armadio ( io più di altri, ormai sapete che soffro di questa sconosciuta sindrome da cambio di stagione e sto già pensando “oddio le scarpe”).

Un’occhiata a Repubblica mi ha fatto pensare che è meglio sorvolare sugli ultimi avvenimenti ed evitarvi la solita litania , tanto, non si sfugge, l’orda dei barbari è arrivata da un po’ e adesso , scatenatissima, distrugge e calpesta tutto quel che può e dubito che questo luogo  libero che chiamiamo rete potrà ancora a lungo reggere. Vedo tentacoli allungarsi vogliosi di impadronirsi anche di questo pezzetto di libertà che è rimasto in piedi e dubito e medito tristemente sul nostro destino.

Ma ,da farabutta convinta quale sono, proseguo a vivere questa vita fatta di lavoro, amatissimo comunque, in una scuola che non funziona proprio più e somiglia a un impazzimento totale, a cercare di utilizzare servizi sempre più scadenti e costosi, a preoccuparmi per una figlia provvista di laurea che però non vuole fare la escort e neanche la ministra, a leggere qualcosa che non sia già stato vagliato e approvato dal nostro Sire. E quando c’è mi guardo il mio amato Coliandro,aspettando l’ultima stagione di Lost, la nuova serie di House oppure un bel film in dvd. L’amato Vespa lo allontanerei volentieri con una buona dose di insetticida, possibilmente mortale…sì, lo so, sono out, non si fa così, diamine, ma che ci volete fare?   …Irriducibile.

” Farabutti”.

este_16124436_452601E’ la prima volta che mi sembra un complimento.

Grazie, Sire, ha sempre qualcosa da insegnarci.

….li voglio!!!!!

regina-regis-rainboots1Non sono bellissimi??????

L’ispettore Coliandro.

Ah, che goduria, quest’ ispettore pasticcione, sfigato e belloccio…un antieroe splendido…nella nostra tivù popolata di ispettori superimpegnati e seri fino al ridicolo ci voleva questa boccata d’aria fresca,questo Coliandro che sarebbe anche intelligente ma lo nasconde bene, combina guai a getto continuo ma centra il bersaglio sempre, anche se nessuno si prende il disturbo di riconoscerglielo, si becca una marea di papagnate sul naso e pure i rimproveri dei superiori….e usa un linguaggio da caserma, che alla fine è il linguaggio giusto visto che non siamo a guardare la Sirenetta di Disney…e poi è troppo bello quando mugugna sottovoce e ti sembra  quasi di vedere il fumetto sulla sua testa con scritte dentro  una caterva di imprecazioni!!!!!! E poi, bella musica, ambientazione fascinosa, con quella Bologna che ti fa pensare inevitabilmente a Loriano Machiavelli e a Lucarelli ( del resto credo che la sceneggiatura sia opera sua). Quest’estate ho rivisto le repliche e adesso mi godo davvero questi nuovi episodi, che saranno pochissimi, perchè alla Rai se non sono schifezze durano poco…comunque meglio che niente.Pago il canone e sintonizzarmi sulla tivù pubblica cinque o sei volte l’anno  significa pagare a peso d’oro ma il Sire vuole così e se gli girano anche Coliandro sparisce perciò shhhh, non facciamogli sapere che ci piace così tanto. Potrebbe rifilarci in cambio  qualcosa di peggio e allora solo e sempre sky, gloria a Dio per avercelo dato.

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Perdere è una questione di metodo

bloggin'utile

Perdere è una questione di metodo

DaNein

L'iberté!!! Hégalité!!! Avv'inazzhé!!!

folletta baci baci

Perdere è una questione di metodo

ilpescatorediparole

Perdere è una questione di metodo

Navigando Controvento

Perdere è una questione di metodo

Daily Godot's Weblog

Quando arriva Godot...

I Care

Perdere è una questione di metodo

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

angelinablogblog

Perdere è una questione di metodo

ANTANDBUTTERFLY

Perdere è una questione di metodo

lavinia

Perdere è una questione di metodo

Valeriascrive

Perdere è una questione di metodo

Aboccaaperta

Perdere è una questione di metodo

stellablog

Perdere è una questione di metodo

La pioggia di settembre

Perdere è una questione di metodo

pensierini

Perdere è una questione di metodo

miscredente08

Perdere è una questione di metodo