Perdere è una questione di metodo

Guarda un po’, si sono improvvisamente accorti che il 25 aprile riguarda tutti gli italiani. 

Se n’è accorto anche il Sire a cui non gliene può fregare di meno. ( Però vola nei sondaggi e anche questa improvvisa illuminazione sulla via di Damasco  può essere molto molto utile per aumentare ancora il suo consenso).

 Se n’è accorto anche il signor La Russa (Onorevole) nonostante le sue dichiarazioni di tre o quattro giorni fa.

Se ne sarà accorto anche il sindaco ( o ex? non so) sindaco di Alghero che l’anno scorso vietò di cantare Bella Ciao?

 E Gustavo Selva che anche lui solo l’anno scorso tuonava ( da senatore uscente del PDL) contro la Resistenza, blaterando che è ora di finirla con questa storia…?

Chissà.

Di sicuro da dopodomani  si incomincerà a parlare di pacificazione nazionale ( come se  la guerra civile non fosse mai finita) e magari di parificazione, come se  tra partigiani e repubblichini non ci fosse stata nessuna differenza, in fondo, perchè combattere per la libertà tutto sommato vale quanto combattere per conto dei nazifascisti ( e chi se importa delle leggi razziali e dei forni crematori).

Di sicuro, da dopodomani cominceranno a riscrivere la storia, stavolta dal di dentro, visto che a riscriverla dal di fuori non ci sono mai riusciti.

P.S.Meno male che tra una settimana questa minidieta del cavolo finirà, qui se non mi faccio aiutare da qualche margarita e due bicchieri di buon vino ogni tanto rischio la depressione bipolare con manie schizofreniche.

Annunci

Commenti su: "Si sono accorti del 25 aprile." (10)

  1. coccoina ha detto:

    Cara compagna e plurigemella schizo, che non ti lascia mai solo—sorella al margarita, naturalmente.
    Una settimana, hai detto? Venticinque e sette, trentadue—quand’è che casca il 32 d’Aprile, raperonzola?
    .
    Ma da quale piega del cervello l’hai mai ritirato fuori il Gustavo?
    .
    Ciao, bellaciao!

  2. Sai vogliono annullare il valore della resistenza puntando sul fatto che siamo stati “liberati” dagli americani. Peccato che intanto alcuni storci (eh che guastafeste!), anche di destra, stanno nel frattempo facendo ricerche da cui emerge una verità lapalissiana: gli americani ammazzavano, fucilavano e stupravano (clamoroso quanto successe dalle parti dei castelli romani e della ciociaria) esattamente come qualsiasi esercito nemico. Intanto il generale americano Alexander fece un proclama con cui invitava i partigiani a starsene buonini che a fare la guerra contro i nazi-fascisti avrebbero provveduto loro. Ecco se non ci fossero stati i partigiani l’Italia si sarebbe ritrovata ancora più invasa di come è tuttora. Ciao, (bella) e buon 25 aprile.

  3. Sai che cos’è una delle cose che più mi preoccupa Rape? Quella paroletta
    che hai inserito in grassetto (bold per i tecnologici) : “pacificazione”.

    Per quanto mi sforzi, non riesco a vedere pacificazione, ma un’appiattimento spaventoso con un’opposizione inesistente e incapace di proporre e coinvolgere. Pare quasi che le voci “fuori dal coro”, infastidiscano anche loro e la gente sempre meno interessata alle vicende politiche perchè alle prese con ilproblema di mettere in tavola qualcosa almeno duoe volte al giorno.

    Non pacificazione, ma elettroencefalogramma piatto vedo, con la speranza che non diventi concavo.

  4. una settimana giusta giusta ,Coccoina…..

    Quanto al Gustavo ho una memoria da elefante e gli stronzi non li dimentico mai!!!!
    Buon 25 Aprile, comunque.

  5. Enrica, che piacere leggerti qui,come avrai ben capito anch’io nutro i tuoi identici sospetti…
    quando mi scrivi?
    Icare devono andare affanculo, loro e i loro tentativi di uccudere ogni ricordo.
    Buon 25 Aprie.

  6. Buon 25 aprile, che non diventi una festicciola nazionalpopolare come vorrebbero.

  7. pensierini…….non ci riusciranno mai, proprio mai. Buon 25 aprile anche a te.

  8. finchè vivremo noi…e dopo noi i “nostri” figli il 25 aprile non potranno portarcelo via!!!!

  9. Oh Rape, anche tu a dieta? Io a dieta di tutto, sigarette comprese.
    Se si aggiunge la dieta ai megagiramenti che provocano certi discorsi di chi ci governa, la sindrome bipolare non è un rischio ma una garanzia.

    Ora poi ci manca che ilprossimo 25 aprile per partecipare alle manifestazioni celebrative si vestano e consiglino di vestire in bianco e nero e, per non scontentare nessuno, ci consiglino di fare “ciao” con la mano destra in alto, ben visibile.

  10. Anch’io a dieta, ma continuo a fumare, purtroppo!!!!
    Quanto al prossimo 25 aprile non voglio pensarci ora, mi viene male, mi girano già abbastanza così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Perdere è una questione di metodo

bloggin'utile

Perdere è una questione di metodo

DaNein

L'iberté!!! Hégalité!!! Avv'inazzhé!!!

folletta baci baci

Perdere è una questione di metodo

ilpescatorediparole

Perdere è una questione di metodo

Navigando Controvento

Perdere è una questione di metodo

Daily Godot's Weblog

Quando arriva Godot...

I Care

Perdere è una questione di metodo

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

angelinablogblog

Perdere è una questione di metodo

ANTANDBUTTERFLY

Perdere è una questione di metodo

lavinia

Perdere è una questione di metodo

Valeriascrive

Perdere è una questione di metodo

Aboccaaperta

Perdere è una questione di metodo

stellablog

Perdere è una questione di metodo

La pioggia di settembre

Perdere è una questione di metodo

pensierini

Perdere è una questione di metodo

miscredente08

Perdere è una questione di metodo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: