Perdere è una questione di metodo

Mi vergogno.

Stasera più di sempre, mi vergogno. Ho dato un’ occhiata ai titoli dei giornali stranieri, ho letto qualche articolo, qui e là…quello che sta succedendo mi fa letteralmente schifo. Loro hanno incominciato con i rom, con i clandestini, poi continueranno chissà fino ad arrivare dove…ma la cosa peggiore è che la gente si è scatenata quanto e come e più di loro.Perchè i nostri problemi sono i rom e i clandestini, il nostro orticello, insomma…poi la mafia e il malaffare e le ingiustizie sociali…che roba sono?che problemi sono? spero che Veltroni rinsavisca e faccia l’opposizione perchè è quello che gli abbiamo detto di fare e non il valletto del nano.

 Forse ho ricominciato a leggere i giornali troppo presto.                                                                                          Forse dovrei aspettare altri quattro o cinque anni.

Buonanotte.

Commenti su: "Mi vergogno." (11)

  1. cenerentola ha detto:

    Hanno intervistato una signora napoletana, scatenata contro i Rom.
    Le hanno detto se riteneva giusto incendiare dei campi rom per colpa di uno solo.
    “Sarebbe come ritenere camorristi tutti i napoletani per colpa di pochi camorristi”, ha risposto la signora:
    “Almeno i camorristi ci aiutano, hanno un cuore”.

  2. cenerentola ha detto:

    Mi e’ partito un invio non richiesto.
    Sono piu’ che preoccupata da questo andazzo, non inaspettato comunque.
    Veltroni non sta facendo opposizione, la Sinistra non c’e’ piu’ (al governo), all’estero ci prendono giustamente in giro.
    Io continuo a leggere i giornali, ma la depressione continua ad aumentare.

  3. Fuori tema: non avevo scritto nulla rape. Solo che ho visitato il tuo blog per recuperare i links di quelli che non avevano scritto da me, vai a sapere che casotto avrò fatto nello spippolare!. Comunque una paginetta su Repubblica ce la siamo guadagnata per ora. 🙂

  4. Già è proprio vero…anche io mi chiedo perchè questo stesso atteggiamento non viene riservato a problemi ben più grossi made in Italy. Come se un bambino ucciso per sbaglio dal proiettile di un camorrista sia un fatto giustificabile in qualche modo. Non so se può consolarti…ma mi vergogno anche io. Quello che sta accadendo è preoccupante, grave. Non so…ma se la gente continua ad avere come riferimento culturale partite di calcio, Maria de Filippi e nient’altro….allora non credo che ci si possa aspettare qualcosa di molto diverso. Buon sabato

  5. nonostante tutto anchio continuo a comprare Repubblica, cerco di seguire pochissimo la tv, preferisco i telefilm di sky,non il tg,e oggi ho letto che vogliono sostituire l’approfondimento di rai 3 con Serena Dandini.Seguo volentieri la sua trasmissione ma sostiturla con l’infofmazione mi sembra troppo, forse neanche lei è d’accordo.Perchè non facciamo un sondaggio .

  6. RAPEEEEEEEEEEEEEEEEEEE, SMETTILA DI VERGOGNARTI E DAMMI UNA MANO SE TI VA CHE MI SON CACCIATA IN UNA BARUFFA

  7. 1,2,3stella ha detto:

    purtroppo di gente in grado di usare il cervello in maniera autonoma non ce ne sta molta in giro ed individuare il “nemico” nel rom e e nel clandestino serve solo a distrarre l’attenzione dai veri problemi, malaffare, ingiustizie sociali e quant’altro : (( …

  8. se si parla di rom ed immigrati si può evitare di parlare di mafia camorra e corruzione…….prepariamoci a molti diversivi.
    I nomi proposti per il blog mi piacciono tutti, basta che cominciamo però :o)

  9. medonzo ha detto:

    Buonasera rape;

    “(…) e un’altra cosa voglio dirvi in questa specie di testamento politico, attenzione alla storicizzazione del fascismo!
    Poiché io sento molti camerati, anziani o giovani, che dicono: “ll fascismo è nella storia d’Italia; ormai il periodo delle ideologie e delle antiapologie è dietro le nostre spalle, conviene pertanto parlare un linguaggio più moderno, perché i giovani non capirebbero se continuassimo a parlare il linguaggio che abbiamo continuato a usare per tanti anni”. Attenzione! Perché questo non sarebbe storicizzazione: sarebbe la liquidazione del fascismo!
    Il fascismo non è dietro le nostre spalle: il fascismo è davanti a noi!”.
    (Giorgio Almirante, 1987)
    Fu una considerazione sul tessuto collettivo della società italiana che a me pare pare, purtroppo, lucido e drammaticamente attuale.

  10. valeriascrive ha detto:

    ho visto stasera la puntata di annozero con castelli, rodota’, il sindaco di salerno di cui non ricordo il nome e quello che ho visto e’ una ignoranza a tappeto.
    vederla da qui fa piuttosto schifo.

  11. medonzo, purtroppo è proprio così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Perdere è una questione di metodo

bloggin'utile

Perdere è una questione di metodo

DaNein

L'iberté!!! Hégalité!!! Avv'inazzhé!!!

folletta baci baci

Perdere è una questione di metodo

ilpescatorediparole

Perdere è una questione di metodo

Navigando Controvento

Perdere è una questione di metodo

Daily Godot's Weblog

Quando arriva Godot...

I Care

Perdere è una questione di metodo

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

angelinablogblog

Perdere è una questione di metodo

ANTANDBUTTERFLY

Perdere è una questione di metodo

lavinia

Perdere è una questione di metodo

Valeriascrive

Perdere è una questione di metodo

Aboccaaperta

Perdere è una questione di metodo

stellablog

Perdere è una questione di metodo

La pioggia di settembre

Perdere è una questione di metodo

pensierini

Perdere è una questione di metodo

miscredente08

Perdere è una questione di metodo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: