Perdere è una questione di metodo

Archivio per febbraio 17, 2008

Brr….

notte-di-luna-piena-sul.jpg    ho messo la testa fuori, tanto per guardare un attimo le stelle , ma è davvero freddo. Ecco, ora che ci penso ho proprio voglia di un po’ di primavera, di quelle sere di maggio dolci e profumate, quelle sere in cui ti sembra che la vita ti debba ancora tante cose belle, e che queste cose siano lì ad aspettarti, dietro l’angolo….

Buonanotte.

Annunci

…dimenticavo…

allevi3.jpgho avuto modo di apprezzare la fugace apparizione di Giovanni Allevi a Che tempo fa di ieri sera. Ho i suoi cd e mi piace tantissimo, quest’estate ho avuto la fortuna di ascoltarlo dal vivo e mi ha veramente stregata.Per una volta, non solo nani e ballerine in tivù…..e non me ne frega niente se intorno alla sua musica ci sono le solite polemiche dei soliti parrucconi. La sua musica emoziona e tanto basta e avanza. Almeno a me.

Pinzillacchere.

Domenica se ne va e non so se esserne contenta o no. L’idea di tornare al lavoro, domani, non mi entusiasma particolarmente…poi domani è anche il mio compleanno, quindi….

Il fine settimana mi lascia un po’ così, perplessa e un po’ scontenta….ieri ho dedicato tutta la giornata a S. e, tra un battibecco e l’altro,non posso dire di essermi divertita…continua a non capire ed io continuo a non dirgli con chiarezza inequivocabile che è finita. Sono una codarda,ma credo che in questa codardia ci sia anche una bella dose di stronzaggine, è il mio modo per fargli pagare la delusione. E mi accorgo che, nonostante le mie aspettative nei suoi confronti siano ormai pressocchè nulle, riesce a deludermi ugualmente. Ancora.

Sono andata a vedere Caos calmo e mi è piaciuto molto. Era difficile fare un film in cui non accade quasi nulla ,era difficile rappresentare l’elaborazione di un lutto in maniera così composta. Ne è venuto fuori un buon film,molto delicato, molto tenero, dolce.Moretti è stato assolutamente superbo, senza essere mai sopra le righe, senza morettineggiare più di tanto. Bravo. Quanto alla famosa scena di sesso non ci ho trovato nulla di sconvolgente, aveva un suo senso e non poteva che essere così. Del resto, avevo postato qualche giorno fa la mia opinione rispetto al chiasso che si era fatto intorno a questa cosa. Pure strumentalizzazioni.

Ho finito di leggere (io sono una lettrice esagerata) La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano, opera prima di un giovane autore amico di mia figlia ( si sono conosciuti durante una vacanza studio in Inghilterra e tra loro era nata una bella amicizia che resiste ancora oggi) e l’ho trovato un gran bel romanzo, un po’ triste, forse, ma Paolo mi è sempre sembrato un ragazzo complicato,sono contenta che il romanzo stia andando bene e condivido le recensioni entusiaste che ha ricevuto. Io l’ho trovato di grande maturità e lucidità. Con una piccola punta di crudeltà che alla fine si stempera nella speranza.

Quanto a quello che succede intorno, stasera non voglio parlarne. Sono già abbastanza depressa così.

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Perdere è una questione di metodo

bloggin'utile

Perdere è una questione di metodo

DaNein

L'iberté!!! Hégalité!!! Avv'inazzhé!!!

folletta baci baci

Perdere è una questione di metodo

ilpescatorediparole

Perdere è una questione di metodo

Navigando Controvento

Perdere è una questione di metodo

Daily Godot's Weblog

Quando arriva Godot...

I Care

Perdere è una questione di metodo

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

angelinablogblog

Perdere è una questione di metodo

ANTANDBUTTERFLY

Perdere è una questione di metodo

lavinia

Perdere è una questione di metodo

Valeriascrive

Perdere è una questione di metodo

Aboccaaperta

Perdere è una questione di metodo

stellablog

Perdere è una questione di metodo

La pioggia di settembre

Perdere è una questione di metodo

pensierini

Perdere è una questione di metodo

miscredente08

Perdere è una questione di metodo